BENI CULTURALI: ROMA, CONCLUSO RESTAURO DELLA FANCIULLA D'ANZIO
BENI CULTURALI: ROMA, CONCLUSO RESTAURO DELLA FANCIULLA D'ANZIO
DANNEGGIATA IN AGOSTO INSIEME AD ALTRE OPERE ESPOSTE AL COLOSSEO

Roma, 13 dic. (Adnkronos/Adnkronos Cultura) - Tornano al loro antico splendore le tre opere danneggiate da un temporale durante la loro esposizione al Colosseo, nell’ambito della mostra “Il rito segreto. Misteri in Grecia e a Roma”. Si tratta di “La Fanciulla d’Anzio”, il rilievo marmoreo raffigurante “Oreste a Delfi”, e quello votivo di “C. Fulvius Salvis”. Si tratta di “tre importanti opere d’arte - ha spiegato Angelo Bottini, Soprintendente Archeologico di Roma – restaurate grazie al lavoro di professionisti che hanno lavorato in maniera straordinaria, per rimediare e minimizzare i danni subiti dalle opere”.

Il Soprintendente non ha mancato di sottolineare tutta la sua “soddisfazione per il lavoro svolto dal laboratorio di Restauro della Soprintendenza Archeologica di Roma, grazie al quale non si ravvisano, a colpo d’occhio, le lesioni subite dalle opere, in occasione dell’evento climatico d’agosto”. Un attento e meticoloso lavoro conservativo che ha portato le opere alla loro completa ricomposizione e recupero. In tal senso, “ importante sottolineare - ha aggiunto Giovanna Bandini, restauratrice e storica dell’arte che ha diretto i lavori dell’equipe di tecnici - come si sia prima compiuta un’opera di derestauro, per fare in modo che le vecchie lesioni e le fratture precedenti, rese ancora pi evidenti dalla caduta, fossero recuperate una volta per tutte”. (segue)

(Per/Gs/Adnkronos)