CAMORRA: NAPOLI, 31 ORDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE E SEQUESTRO DI BENI
CAMORRA: NAPOLI, 31 ORDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE E SEQUESTRO DI BENI
NEI CONFRONTI DI ESPONENTI 'NUOVA CAMORRA FLEGREA'

Napoli, 20 dic. (Adnkronos) - Trentuno ordinanze di custodia cautelare e il sequestro di diversi immobili, societ e autovetture, sono il risultato di un’operazione condotta dai carabinieri di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia nei confronti di personaggi appartenenti all’organizzazione camorristica denominata ‘nuova camorra flegrea’ operante nell’area flegrea del comune di Napoli. Le indagini hanno ricostruito le attivit del sodalizio camorristico nel periodo che va dal 2001 al 2003.

Secondo gli investigatori il sodalizio era strutturato in cellule autonome tutte dipendenti per da un’unica struttura centrale che manteneva il controllo di tutta l’area occidentale della citt. Capo indiscusso dell’organizzazione considerato Bruno Rossi, attualmente collaboratore di giustizia. Lo storico esponente del gruppo criminale di avvaleva di una serie di collaboratori per controllare le varie zone di Soccavo, Fuorigrotta, Bagnoli. La nuova camorra flegrea agiva in “contrapposizione armata” all’organizzazione camorristica denominata clan D’Ausilio.

In particolare le attivit criminose consistevano nell’estorsione, il controllo del totocalcio clandestino, dell’illecita riproduzione di cd musicali e nel commercio di sostanze stupefacenti. A tre indagati: Salvatore Calone, Antonio Venosa e Marco Pastacalli anche contestato il reato di tentato omicidio di Ciro Vitolo affiliato a una contrapposta organizzazione camorristica. Per gli indagati il reato associazione a delinquere di stampo camorristico, di traffico di sostanze stupefacenti e di estorsioni aggravate.

(Sia/Ct/Adnkronos)