GENOVA: EGIZIANO TRUFFA 47 MILA EURO AD AMICO BARISTA CON FALSA SCHEDINA
GENOVA: EGIZIANO TRUFFA 47 MILA EURO AD AMICO BARISTA CON FALSA SCHEDINA

Genova, 20 dic. - (Adnkronos) - Si fa anticipare da un amico i soldi di una vincita al superenalotto, li spende tutti e finge di avere vinto ancora per ottenere un altro anticipo. Ma viene scoperto, denunciato e arrestato per violazione della legge Bossi-Fini sull’emigrazione. E’ successo a un egiziano di 37 anni, lavaauto in nero presso un benzinaio di Genova, chel’agosto scorso vince 47.000 euro al superenelotto. E’ clandestino e non pu ritirare i soldi. Chiede aiuto a un amico barista, genovese, che gli anticipa 45.000 euro e riscuote la schedina, guadagnando 2.000 come commissione.

Con il denaro l’egiziano si d alla pazza gioia, dilapidando il denaro in due mesi, tra locali e compagnie femminili. Con una ragazza dell’Est, entreneuse in un night club, va a vivere a Savona. Finiti i 45 mila euro, ai primi di ottobre torna dal barista e dice di avere vinti altri 48.000 euro e riscuote l’anticipo. Ma questa volta, la schedina falsa, e l’egiziano sparisce. Finch, una ventina di giorni fa, i due non si incontrano su un treno Genova-Savona. Il barista corre dalla Polfer, che blocca il truffatore, gi colpito da decreto di espulsione, e l’arresta per violazione della legge Bossi-Fini.Per lui scattata anche la denuncia per truffa. Il fatto stato reso noto solo oggi perch gli accertamenti sono continuati fino a ieri.

(Sca/Ct/Adnkronos)