MONTAGNA: NEL 2004 OLTRE 2,5 MLN PRESENZE, 23 MORTI PER VALANGHE
MONTAGNA: NEL 2004 OLTRE 2,5 MLN PRESENZE, 23 MORTI PER VALANGHE
AUMENTANO LE VITTIME, NEGLI ULTIMI 36 ANNI LA MEDIA ERA DI 20 L'ANNO

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - Ventitr persone uccise da valanghe nella stagione 2003-2004, una cifra superiore alla media di venti vittime, calcolata nell’arco degli ultimi 36 anni. Numeri che salgono se si considerano tutte le persone travolte: 1495 negli ultimi due decenni, in media 74 persone l’anno ed un totale di 394 morti.

E’ quanto emerge da una ricerca realizzata da Ac Nielsen-Sita su commissione di Assosport e presentata all’incontro “Montagna sicura, prevenzione e soccorso”, tenutosi oggi a Roma insieme alla prima edizione del “Premio nazionale montagna sicura”, ideato dal Corpo forestale dello stato e dedicato alle squadre di soccorso alpino delle differenti amministrazioni e della protezione civile. Rispetto agli anni passati, aumentano, quindi, le vittime da valanghe e ci assume un significato particolare se si pensa che, rispetto al 1997, c’ stata una leggera flessione (-98.000) degli italiani che hanno frequentato le piste da sci, dovuta probabilmente a fattori economici. Gli sciatori italiani nel 2004 sono stati 2.690.000, di questi, 1.854.00 hanno praticato lo sci alpino, 461.000 lo snowboard, 375.000 lo sci di fondo.(segue)

(Sci/Gs/Adnkronos)