** NOTIZIARIO SERVIZI PUBBLICI ** (27)
** NOTIZIARIO SERVIZI PUBBLICI ** (27)

(Adnkronos/Ign) –

ACQUA: ACQUEDOTTO PUGLIESE COMPIE 100 ANNI TRA SVOLTE E NUOVE SFIDE (5)

Le quote furono ripartite in percentuale, 87% alla Puglia, 13% alla Basilicata. Nel 2003 avvenne l’altra svolta, che anzi in Basilicata fu una rivoluzione: l’autonomia dell’acqua. Il governo-Bubbico avvi la costituzione di una societa’ pubblica per la gestione del servizio idrico, Acquedotto Lucano, e cedette le proprie quote alla Puglia che raggiunse cosi’ il 100% del capitale pubblico di Aqp.

Ciascuna con la sua ‘public company’ per la gestione, le due Regioni restarono comunque legate dall’accordo di programma trilaterale del 1999 con l’allora ministero dei lavori pubblici (oggi Infrastrutture) per la gestione della risorsa idrica che prevedeva, a carico della Puglia, il costo ‘industriale’ dell’acqua, vale a dire la compartecipazione agli oneri sopportati dalla Basilicata per le attivita’ di gestione.

Dopo qualche resistenza di Fitto, la Puglia e la Basilicata raggiunsero il pieno accordo. Tutti contenti tranne i Comuni irpini e la Campania, totalmente esclusi sebbene il loro territori detengano le principali fonti per la captazione dell’acqua. (segue)

(Ign/Zn/Adnkronos)