SUDAN: ONU, MINACCE A OPERATORI OSTACOLO AD AIUTI NEL DARFUR
SUDAN: ONU, MINACCE A OPERATORI OSTACOLO AD AIUTI NEL DARFUR
NO CONGRESSO USA A STANZIAMENTO FONDI PER MISSIONE UA

Khartoum, 20 dic. (Adnkronos) - Le operazioni umanitarie in corso in Darfur sono a rischio a causa delle minacce che continuano ad arrivare alle organizzazioni impegnate negli aiuti. Torna a lanciare l’allarme Jan Egeland, coordinatore per gli aiuti umanitari dell’Onu, denunciando come omicidi e stupri siano all’ordine del giorno nella regione occidentale sudanese, dove da oltre due anni in atto un violento conflitto interetnico che ha provocato centinaia di migliaia di morti e 2 milioni di sfollati interni.

“Dobbiamo essere consapevoli che tutto quello che stato costruito da migliaia di operatori umanitari e dai contribuiti dei donatori per centinaia di milioni di dollari potrebbe andare distrutto - ha dichiarato Egeland - Siamo sul punto di perdere questa grande operazione umanitaria”.Presentando oggi un rapporto al Consiglio di sicurezza, Egeland ha parlato di “minaccia significativa” posta anche dai ribelli ugandesi dell’Esercito di resistenza del Signore (Lra) in Uganda.

Nel giorno in cui il coordinatore per gli Aiuti umanitari lancia l’allarme, arriva la notizia del ‘no’ del Congresso americano alla richiesta del segretario di Stato Condoleezza Rice di stanziare fondi per 50 milioni di dollari per finanziare le operazioni di peacekeeping dell’Unione africana in Darfur.

(Abi/Col/Adnkronos)