TERRORISMO: L'ODISSEA DI AL MASRI, DA TORTURE A SKOPJE AL TRASFERIMENTO IN AFGHANISTAN (3)
TERRORISMO: L'ODISSEA DI AL MASRI, DA TORTURE A SKOPJE AL TRASFERIMENTO IN AFGHANISTAN (3)

(Adnkronos) - Interrogatori continui, sul suo presunto coinvolgimento negli attentati dell’undici settembre, sul suo presunto addestramento in campi in Afghanistan, sulla sua presunta associazione con cellule estremiste a Ulm, la citta’ in cui si e’ stabilito in Germania.

Per disperazione, al Masri inizia uno sciopero della fame. Dopo 27 giorni il colloquio con due americani, il direttore della prigione e una persona che veniva chiamata il ‘’boss’’. Al 37esimo giorno, gli vengono applicati a forza tubi di alimentazione nel naso e nello stomaco. ‘’Sono stato malissimo, ho sentito il dolore peggiore della mia vita’’, scrive. (segue)

(Tel/Zn/Adnkronos)