TERRORISMO: STAMPA, BERLINO OFFRI' PROTEZIONE A SOSPETTO RICERCATO DALLA CIA
TERRORISMO: STAMPA, BERLINO OFFRI' PROTEZIONE A SOSPETTO RICERCATO DALLA CIA
LO RIPORTA IL DIE ZIET, POLIZIA TEDESCA SMENTISCE IN PARTE

Berlino, 20 dic. (Adnkronos) - Nell’estate del 2003, la polizia tedesca offr protezione ad un egiziano sospettato di terrorismo ricercato dalla Cia, fatto di cui il governo di Berlino, allora guidato da Gerhard Schroeder, era a conoscenza. Lo riporta il settimanale ‘Die Zeit’ nell’edizione in edicola domani, precisando che l’uomo, Reda Sayam, fu scortato dalle autorit tedesche dall’Indonesia fino a Francoforte.

Nel settembre del 2002, riferisce infatti Die Zeit, l’egiziano con passaporto tedesco fu interrogato prima dalla polizia indonesiana, poi dagli agenti della Cia, prima di essere arrestato a Giacarta. Dopo dieci mesi di carcere, Sayam fu consegnato alle autorit tedesche, che lo scortarono a Francoforte. La Cia fu quindi impossibilitata ad interrogare nuovamente il sospetto.

Un portavoce della polizia di Berlino ha in parte smentito queste informazioni, precisando che Sayam non fu scortato per essere protetto dall’intelligence americana, ma “esclusivamente” nel rispetto delle procedure cui si ricorre in caso di sospetti terroristi. La rivelazione interviene in un dibattito piuttosto acceso sui controversi metodi usati dalla Cia in Europa, caratterizzati dalla presenza di ‘black sites’ e dalla pratica della rendition, il sequestro e trasferimento in localit segrete di sospetti terroristi.

(Abi/Pe/Adnkronos)