UE: BLAIR BATTE EUROSCETTICI E REPLICA A CRITICHE A STRASBURGO (2)
UE: BLAIR BATTE EUROSCETTICI E REPLICA A CRITICHE A STRASBURGO (2)

(Adnkronos/Aki) - “Noi avevamo bisogno di questo budget adesso’’, nell’immediato, ripete davanti agli eurodeputati. Ma per il futuro, avverte Blair, serve ben altro, a partire dalla “riforma della struttura di spesa e revisione delle voci di bilancio’’. Eppure Liberaldemocratici, Verdi, Popolari e Socialisti non sembravano affatto convinti di voler festeggiare oggi delle “prospettive finanziarie che non ci sono ancora’’.’’Se dovesse votare quest’accordo - ha dichiarato il leader dei Liberali, Graham Watson - il Parlamento europeo oggi voterebbe contro. Ma c’e’ ancora spazio per il negoziato’’ e per avvicinare i due tetti di spesa, l’1,18% chiesto dall’Eurocamera e l’1,045% concordato dai capi di stato e di governo.

Tutti i capigruppo, a loro modo, hanno fatto la voce grossa: “Non possiamo dire che queste prospettive finanziarie siano una buona base per il futuro allargamento’’, ha rimproverato Hannes Swoboda, vicepresidente del Pse. E’ un “fair deal’’, un’intesa equa, onesta, ribatte Blair. In ogni caso, ancora una volta, il premier britannico ne esce sano e salvo: il cane abbaia ma non morde, il Parlamento europeo, non e’ soddisfatto ma gli spazi e le maggioranze per modificare l’intesa faticosamente trovata sabato notte, non ci sono e i deputati dovranno accontentarsi “di un bilancio che ha evitato la paralisi’’ in Europa, per dirlo con le parole di Durao Barroso.

(Ild/Col/Adnkronos)