UE: BORRELL SU BILANCIO, NIENTE 'LINEE ROSSE' MA VOGLIAMO RIFORME
UE: BORRELL SU BILANCIO, NIENTE 'LINEE ROSSE' MA VOGLIAMO RIFORME
PRESIDENTE PARLAMENTO A COLLOQUIO CON BLAIR E BARROSO

Bruxelles, 20 dic. - (Adnkronos/Aki) – Il Parlamento europeo non pone ‘linee rosse’, non indichera’ ‘cifre minime’ nel negoziato sulle prospettive finanziarie 2007-2013 appena varate dal Consiglio europeo, ma chiedera’ riforme sulla struttura del bilancio. Il presidente del Parlamento europeo Josep Borrell ha espresso cosi’ la posizione dell’istituzione che rappresenta, il cui si’ al bilancio faticosamente negoziato dai 25 stati membri e’ indispensabile perche’ esso entri in vigore. Borrell parlava al termine di un incontro con il premier britannico Tony Blair, presidente uscente dell’Unione Europea e il presidente della Commissione Europea Jose’ Manuel Barroso alla Conferenza dei capigruppo parlamentari a Bruxelles. Il Parlamento aveva proposto un bilancio superiore di circa 12,5 miliardi rispetto a quello deciso dai leader sabato scorso (1,18% del pil europeo contro l’1,045%)..

’’Non abbiamo fissato una linea rossa – ha affermato Borrell – non abbiamo mai detto ‘niente sotto questa determinata somma’. Non credo si possa iniziare un negoziato fissando cifre precise”. Tuttavia, ha proseguito, “sottolineeremo che un certo numero di politiche europee sono state trascurate, forse propio perche’ molto piu’ euroee che nazionali. Se vi e’ un approccio paneuropeo sta al Parlamento farlo’’.

Borrell ha inoltre affermato che “il Parlamento Europeo e’ a favore di una buona riforma del bilancio’’, aggiungendo che l’Assemblea di Strasburgo “si impegnera’ molto in una discussione sulle riforme, a partire dalla questione delle risorse proprie’’. Perche’, ha avvertito, “senza un progetto chiaro non vi sara’ mai un buon bilancio’’. E se ogni stato membro avra’ in mente solo l’interesse nazionale, i propri saldi netti, e con l’unanimita’ e’ praticamente impossibile trovare una ragionevole intesa’’.

(Gdr/Col/Adnkronos)