BANKITALIA: ANDREOTTI, PAGINA DI STORIA DA RICORDARE CON VERGOGNA
BANKITALIA: ANDREOTTI, PAGINA DI STORIA DA RICORDARE CON VERGOGNA
NESSUN DUBBIO SU FAZIO, IN ITALIA SI DISTRUGGONO PERSONE SENZA PAGARE CONTO

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - La vicenda della Banca d’Italia culminata con le dimissioni di Antonio Fazio e’ ‘’una pagina di storia che si ricordera’ con vergogna’’. Una vicenda nella quale ‘’c' stato di tutto e credo che, se non si mette sul serio una pietra tombale su questa bruttissima stagione politica e non si cercano dei rimedi di costume, non ci sono n vinti n vincitori, viene minata alla base la convivenza della nostra nazione". Cosi’ Giulio Andreotti commenta il caso-Fazio ai microfoni di ‘One o five live’, il canale fm e internet della Radio Vaticana.

Secondo il sentatore a vita, e’ ‘’grave’’ che ‘’agli occhi della gente, ricevere una comunicazione giudiziaria significa essere esposti 'ad bestias' immediatamente’’. ‘’Sulla persona di Fazio non ho assolutamente dubbi. Lo conosco da una vita, ho conosciuto il padre contadino, ho visto la salita della loro famiglia nella Ciociaria. Su questo -insiste- non ho mai dubitato".

"La cosa pi grave di tutta questa vicenda -sottolinea ancora Andreotti- che si confuso l'indagine con la condanna. Cio, il fatto che ci fosse un'indagine giudiziaria ha dato la stura ad una serie di violazioni del segreto istruttorio’’. Particolare non trascurabile, spiega l’ex presidente del Consiglio, e’ che ‘’non esiste una sola condanna per violazione del segreto istruttorio da quando esiste la Repubblica’’. Questa situazione permette che ‘’si possa distruggere non solo una persona, ma anche un meccanismo, senza pagare il conto".

(Pol-Leb/Col/Adnkronos)