FAZIO: 'IL SECOLO', DIMISSIONI NON RISOLVONO QUESTIONE COLLATERALISMO
FAZIO: 'IL SECOLO', DIMISSIONI NON RISOLVONO QUESTIONE COLLATERALISMO
PESANTE MACIGNO SUL PARTITO DEMOCRATICO

Roma, 20 dic. - (Adnkronos) - L’addio di Fazio “certo non sbroglia la matassa che, tra scalate e inchieste, arresti e sequestri, ha riportato l’attenzione del Paese sugli intrecci tra il potere politico e quello finanziario. E’ il vecchio problema del collateralismo che da temppo immemorabile porta i Italia al politica, o meglio una grossa parte di essa, a essere attratta dal mondo degli affari e quest’ultimo ad ammaliare la politica co la forza irresistibile de denaro”. Lo scrive in un pezzo in prima pagina ‘il Secolo d’Italia’.

“A questo tipo di relazioni pericolose pare non si sia sottratta una sinistra che da cinquant’anni si crede titolare di una superiorit etica, politica e culturale”. Per ‘il Secolo’, “si tratta di un macigno alquanto pesante, perch esso precipitato non solo sulla testa di alcuni personaggi rappresentativi dei Ds, ma anche sul grande progetto di partito unico che sembrava dovesse essere il pi potente richiamo elettorale del centrosinistra in vista delle elezioni dell’aprole del 2006”. Il quotidiano, tra l’altro accosta Tangentopoli e bancopoli: “il probabile coinvolgimento nell’aultima vicenda proprio di chi allora assunese il ruolo di Torquemada appare quanto mai inquietante”.

(Pol-Gmg/Zn/Adnkronos)