INFIBULAZIONE: DISCO VERDE CAMERA, ORA TORNA AL SENATO
INFIBULAZIONE: DISCO VERDE CAMERA, ORA TORNA AL SENATO
RECLUSIONE DA 4 A 12 ANNI PER CHI LA PRATICA - INFORMAZIONE ANCHE ALL'ESTERO

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - Con 479 si’ e un solo voto di astensione, l’Aula della Camera ha votato oggi legge che previene e vieta le pratiche di mutilazione genitale femminile. Il testo passer poi per la terza lettura a Palazzo Madama in seguito all’approvazione di un emendamento della Commissione Bilancio che ne corregge la copertura finanziaria. Per chi pratichera’ l’infibulazione prevista la reclusione da 4 a 12 anni: la pena sara’ aumentata di un terzo se la mutilazione sara’ compiuta su una minore e in tutti i casi in cui viene eseguita per fini di lucro. I medici scoperti a praticare l’infibulazione, oltre la pena, rischiano anche la cancellazione dall’ordine per un massimo di 10 anni. La legge italiana colpir i colpevoli anche nel caso in cui l’infibulazione viene eseguita all’estero.

Lo Stato, inoltre, si impegna infatti ad avviare una serie di campagne di informazione, rivolte agli immigrati, e soprattutto cercheranno di raggiungere le comunit africane che vivono in Italia, tra le quali l’infibulazione ancora una pratica radicata. Si calcola che nel nostro Paese siano circa 45 mila le ragazze provenienti dai paesi dove l’infibulazione viene ancora praticata. Sono previste inoltre campagne informative nei paesi d’origine: nei consolati italiani all’estero, al momento della concessione del visto, ci saranno funzionari incaricati di far conoscere la legge italiana sui diritti delle donne e delle bambine. Allo stesso modo viene previsto l’attuazione di un programma di informazione nei paesi africani nell’ambito della cooperazione allo sviluppo. (segue)

(Cos/Pe/Adnkronos)