ISTITUZIONI: CIAMPI, RISPETTINO LE LEGGI MA ANCHE LE NORME ETICHE
ISTITUZIONI: CIAMPI, RISPETTINO LE LEGGI MA ANCHE LE NORME ETICHE

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - Agire con profondo senso dello Stato, rispettando sia le leggi che le norme etiche e rispondendo in ultima analisi alla propria coscienza. E’ questo il “compito essenziale di chi ricopre le pi alte magistrature della Repubblica”, indicato dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, nel discorso pronunciato nella cappella Paolina al Quirinale ricevendo le pi alte cariche dello Stato.

Nel raccomandare la necessit di “curare con ogni attenzione la salvaguardia delle istituzioni”, Ciampi ammonisce che “Ognuno di noi deve agire con profondo senso dello Stato: avendo come unico scopo il bene pubblico; imponendosi il rispetto non solo delle leggi, ma anche del complesso delle norme etico-sociali che disciplinano l’esercizio di ogni pubblica funzione; e avendo come riferimento ultimo la propria coscienza. E’ questo -afferma il presidente della Repubblica- il significato pi vero della dignit nell’esercizio di qualsivoglia professione”. Infatti, “soltanto operando con questo spirito si rafforza il prestigio delle istituzioni; soltanto cos se ne assicura e promuove l’autorevolezza, suscitando in tutti l’orgoglio di essere cittadini della nostra Repubblica: essi sono i primi custodi della libert, se vivono nelle loro coscienze un autentico patriottismo istituzionale”.

(Bon/Pe/Adnkronos)