UNIPOL: MARINO, COOP NON DOVREBBERO DESTINARE UTILI AD ATTIVITA' ESTERNE (2)
UNIPOL: MARINO, COOP NON DOVREBBERO DESTINARE UTILI AD ATTIVITA' ESTERNE (2)
LEGACOOP E DS FANNO PARTE DI UNA MEDESIMA CHIESA

(Adnkronos) - “L’obiettivio di quell’operazione- afferma Marino riguardo l’acquisizione della Bnl- non sostenere la crescita del mondo cooperativo, ma entrare nel gioco dell’alta finanza. Un obiettivo di potere- prosegue- che coincide con l’interesse dell’Unipol, ma anche con quello dei Ds”.

“Nella vicenda Unipol-Bnl il silenzio di Legacoop e l’imbarazzo edi Ds dimostrano che i due soggetti fanno parte di una medesima chiesa. Io credo che il tentativo di scalata a Bnl sia legittimo e che Unipol abbia ragione a lamentarne la lentezza, am aggiungo che operazioni di potere come questa corrono il rischio di snaturare le coop. anche perch- conclude Marino- le cooperative di consumo sono un bene importante per il Paese ed solo grazie alla loro presenza sul territorio che l’Italia non stata ancora colonizzata dalle grandi catene distributive straniere”.

(Clr/Col/Adnkronos)