CUBA: L'AVANA, CINICO E PROVOCATORE L'INCARICATO D'AFFARI USA
CUBA: L'AVANA, CINICO E PROVOCATORE L'INCARICATO D'AFFARI USA
PARMLY NEL MIRINO DEI GIORNALISTI CUBANI, E' UN 'MAIALE'

L’Avana, 21 dic. (Adnkronos) - E’ un “cinico e provocatore” il nuovo incaricato d’affari statunitense all’Avana, Michael Parmly. E’ l’accusa lanciata dal programma ‘Tavola rotonda’, un talk show di 90 minuti trasmesso ieri sera in tv e alla radio cubane a cui hanno partecipato quattro giornalisti dell’Avana coordinati da Randy Alonso.

Con riferimento a James Cason, predecessore di Parmly e ora ambasciatore Usa in Paraguay, la giornalista Arlene Rodriguez ha detto che i due americani sono “lo stesso maiale con vestiti diversi”, precisando poi che “il vero maiale e’ la politica di Bush e loro sono i suoi vestiti”.

In particolare, ricorda il ‘New York Times’, il dichiarato appoggio di Cason ai dissidenti cubani aveva motivato l’arresto due anni fa di 75 di loro, accusati di cospirare con Washington per rovesciare il governo di Fidel Castro. Parmly, arrivato sull’isola nel settembre scorso, aveva finora mantenuto un basso profilo nella sua missione. Ma dieci giorni fa, in occasione della ‘Giornata dei diritti umani’, il diplomatico americano aveva apertamente criticato il regime dell’Avana, affermando che “non rappresenta il popolo” e che “sara’ il popolo cubano a trasformare un giorno il comunismo del Paese in una democrazia”. (segue)

(Ses/Col/Adnkronos)