RUSSIA: SENZA ACQUA IN 10MILA PER INQUINAMENTO DELL'AMUR
RUSSIA: SENZA ACQUA IN 10MILA PER INQUINAMENTO DELL'AMUR

Khabarovsk, 21 dic. (Adnkronos) - Rifornimenti d’acqua sospesi per 10mila residenti della citta’ dell’estremo oriente russo di Kharabovsk. La decisione di chiudere i rubinetti e’ stata adottata dalle autorita’ locali a causa dell’inquinamento del fiume Amur proveniente dalla Cina. I test condotti sulle acque del fiume tuttavia non registrano ancora quantita’ di sostanze chimiche nocive sopra la soglia di allarme. ‘’Siamo stati costretti a ridurre parzialmente l’acqua in alcuni quartieri, ma mi auguro che questa sia una misura provvisoria’’, ha dichiarato Vladimir Popov, incaricato dalla regione di seguire l’emergenza dell’inquinamento del fiume in seguito alla perdita che ha fatto seguito all’esplosione in un impianto chimico cinese lo scorso 13 novembre, una macchia che si estende per 180 chilometri che dovrebbe impiegare fino a quattro giorni per passare la citta’ di Khabarovsk.

(Ses/Gs/Adnkronos)