UGANDA: PROCESSO A LEADER OPPOSIZIONE, LONDRA TAGLIA AIUTI
UGANDA: PROCESSO A LEADER OPPOSIZIONE, LONDRA TAGLIA AIUTI
MINISTRO INFORMAZIONE, VOGLIONO IMPORCI LORO IDEA DI DEMOCRAZIA

Londra, 21 dic. - (Adnkronos) - Gelo tra Londra e Kampala dopo la decisione del governo britannico di tagliare gli aiuti all’Uganda in segno di protesta per la persecuzione giudiziaria contro il leader dell’opposizione Kizza Besigye. La misura ha provocata l’indignazione del ministro dell’Informazione ugandese, James Buturo, che ha accusato l’amministrazione Blair di imporre la propria visione della democrazia.

“Quando queste persone impongono il loro punto di vista, non possiamo soccombere ai loro desideri, non questo il modo in cui si governa un Paese - ha commentato Buturo in conferenza stampa - Hanno una diversa nozione di democrazia e non riteniamo che quella che abbiamo qui non sia democrazia”.

Dopo la Svezia, anche la Gran Bretagna ha annunciato un taglio ai fondi con cui in particolare vengono sovvenzionate le attivit delle agenzie umanitarie impegnate nel nord del Paese, dove un conflitto tra forze regolari e miliziani dell’Esercito di resistenza del Signore continua a mietere vittime, soprattutto tra i bambini, arruolati come soldati. (segue)

(Abi/Zn/Adnkronos)