USA: NY TIMES, INTERCETTATE ANCHE CHIAMATE INTERNE
USA: NY TIMES, INTERCETTATE ANCHE CHIAMATE INTERNE

Washington, 21 dic. (Adnkronos) - Nuovi particolari emergono sul caso delle intercettazioni segrete, questione spinosa che continua a tenere in scacco la politica americana. Secondo quanto riporta oggi il New York Times, autore dello scoop, il programma di spionaggio interno ordinato da George Bush senza autorizzazione della magistratura dopo l’11 settembre ha captato anche chiamate interne al Paese. Elemento, questo, che non rientra nella ‘missione’ della National security agency, volta invece ad intercettare solo ed esclusivamente chiamate nelle quali uno degli interlocutori si trova all’estero.

Le telefonate interne spiate non sarebbero poi cos tante, rivelano a denti stretti e sotto anonimato alcune fonti di Washington, ma mettono in evidenza un problema, tutt’altro che trascurabile, di definizione di una chiamata internazionale. Se si usa un telefono cellulare internazionale si ritiene automaticamente che la chiamata venga dall’estero anche se potrebbe essere stata effettuata negli Stati Uniti. (segue)

(Abi/Pe/Adnkronos)