BOLIVIA: 'BIG' ENERGETICHE REAGISCONO DURAMENTE A DECRETO MORALES
BOLIVIA: 'BIG' ENERGETICHE REAGISCONO DURAMENTE A DECRETO MORALES

La Paz, 2 mag. - (Adnkronos) - Le ‘big’ energetiche reagiscono duramente alla decisione del presidente Evo Morales di nazionalizzazione il settore degli idtrocarburi. la compagnia brasiliana Petrobras, il maggiore investitore straniero in Bolivia, il cui ‘output’ incide per un quinto del pil del paese, ha bollato l’iniziativa come “non amichevole”, premendo sul presidente Luis Ignacio Lula da Silva affinch convochi un vertice di emergenza per discutere della questione.

Al vertice parteciperanno Sergio Gabrielli, presidente del colosso brasiliano (che dal 1996 a oggi ha investito complessivamente 1,5 miliardi di dollari), il ministro dell’energia Silas Rondeau e il consigliere per la sicurezza nazionale Marco Aurelio Garcia. Al termine dell’incontro, Lula contatter Morales per fargli presente la posizione ufficiale del Brasile sulla questione. La Bolivia produce attualmente la met del gas destinato al mercato brasiliano. (segue)

(Rdj/Zn/Adnkronos)