CINA: GOVERNO ORDINA NUOVI VESCOVI SENZA APPROVAZIONE VATICANO
CINA: GOVERNO ORDINA NUOVI VESCOVI SENZA APPROVAZIONE VATICANO
SI ROMPE CLIMA RELAZIONI POSITIVE FRA PECHINO E SANTA SEDE

Roma, 2 mag. (Adnkronos) – Sono in arrivo nuove ordinazioni di vescovi da parte del governo cinese senza l’approvazione del Vaticano dopo quella gi annunciata nei giorni scorsi. Gi domani mattina alle 8.30 a Wuhu, nella provincia dell’Anhui (Cina centrale), verr ordinato un nuovo vescovo. Ne d notizia l’agenzia di stampa del Pime (Pontificie opere missionarie) ‘’Asianews’’. Si tratterebbe delle seconda ordinazione di un vescovo da parte della Chiesa patriottica, quella fedele a Pechino, in pochi giorni.

Le nuove ordinazioni testimoniano la rottura di un clima positivo che si era andato costruendo in via ufficiosa nei mesi scorsi nelle relazioni fra Santa Sede e governo cinese. Sembrava infatti ormai consolidata una prassi in base alla quale le nuove ordinazioni di vescovi fatte dal governo cinese godessero anche del consenso di Roma. Nei fatti, del resto, i seguaci della Chiesa sotterranea, fedele alla Santa Sede e perseguitata, e quelli della Chiesa patriottica espressione del governo si sentivano gi un’unica comunit di fedeli.

Gli eventi degli ultimi giorni segnano una brusca svolta negativa nelle relazioni fra Roma e Pechino di cui ancora difficile immaginare le conseguenze. Segnali in questo senso si erano avuti del resto nelle settimane passate, e in particolare quando, lo scorso 12 aprile, il governo di Pechino aveva sottolineato come non esistesse, attualmente, alcuna tabella di marcia per l’eventuale ristabilimento delle relazioni diplomatiche fra la Cina e la Santa Sede da qui al 2008, anno in ci si svolgeranno i Giochi olimpici nel grande paese asiatico. (segue)

(Fpe/Gs/Adnkronos)