CINA-VATICANO: CARDINALE ZEN, POSSIBILE SOSPENSIONE DEL DIALOGO
CINA-VATICANO: CARDINALE ZEN, POSSIBILE SOSPENSIONE DEL DIALOGO
ATTESA UNA FORTE REAZIONE DELLA S.SEDE PER NOMINA VESCOVI

Hong Kong, 2 mag. (Adnkronos/dpa)- La nomina di vescovi da parte cinese senza l’approvazione del Vaticano rischia di portare alla sospensione del dialogo fra Pechino e Santa Sede, ha lasciato oggi intendere il cardinale di Hong Kong Joseph Zen, citato dal quotidiano South China morning post.

Secondo Zen, dal Vaticano attesa per oggi o domani “una forte reazione per sottolineare la seriet della questione”. A suo parere, i negoziati per la ripresa dei rapporti diplomatici potrebbero essere sospesi. Il dialogo -ha spiegato- “non pu continuare perch la gente penserebbe che siamo pronti alla resa. Quando si viene posti cos brutalmente davanti al fatto compiuto, come si pu parlare di dialogo?”.

Pechino ha nominato sabato Ma Yinglin come vescovo di Kunming, senza l’approvazione della Santa sede, e si prepara ad una seconda nomina il 14 maggio nella provincia di Fujiann. Il cardinale di Hong kong ritiene che le nomine siano frutto di uno sforzo della Chiesa cattolica cinese patriottica, non riconosciuta dalla Santa sede, per sabotare il miglioramento delle relazioni fra Cina e Vaticano. Pechino e Santa Sede hanno rotto i rapporti diplomatici pi di mezzo secolo fa, in seguito al riconoscimento di Taiwan da parte della Santa Sede.

(Civ/Opr/Adnkronos)