IRAQ: SIR, COSTRUIRE EXIT STRATEGY ORA PROBLEMI VENGONO DA CINA E IRAN
IRAQ: SIR, COSTRUIRE EXIT STRATEGY ORA PROBLEMI VENGONO DA CINA E IRAN
AGENZIA CEI AVANZA IPOTESI SVOLTA IN POLITICA USA-UE

Roma, 2 mag. - (Adnkronos) - Costruire una credibile exit-strategy dall’Iraq, massima attenzione della comunit internazionale sulla questione energetica e sul nucleare rispetto ad Iran e Cina, quest’ultima definita “un interlocutore ostico”. Con una nota-editoriale intitolata “Occidente e oriente: tempo di lungimiranza” pubblicata oggi, il Sir, l’agenzia di stampa promossa dalla Cei, fa il punto sulla difficile situazione internazionale e delinea con prudenza una possibile svolta del nostro Paese e pi in generale della politica estera di Europa e Stati Uniti. Il riferimento ancora una volta al magistero di Benedetto XVI e in particolare al discorso pronunciato dal Papa in occasione della benedizione pasquale Urbi et Orbi. Ma la nota del Sir prende spunto dai funerali dei militari italiani morti a Nassiriya e dalla possibile svolta politica in Iraq con la formazione, dopo mesi di stallo - di un nuovo governo.

“Con grande partecipazione e in un clima di grande concordia nazionale - si legge nella nota dell’agenzia stampa dei vescovi - si sono celebrati i funerali dei tre militari italiani vittime di un nuovo attentato a Nassiryia. Proseguono violenze ed attentati, aprile stato il mese di perdite pi pesanti, ma qualcosa sembra muoversi nel tormentato groviglio iracheno”. Allo stesso tempo per si sottolinea come “l’esponente sciita Nuri al’Maliki sembra in dirittura d’arrivo per riuscire a formare un governo dopo mesi di stallo dalle elezioni politiche. E un governo in cui siano rappresentati quanto meno i tre grandi pezzi etnico-religiosi del nuovo Iraq potr essere un interlocutore credibile per tutti gli attori del tragico e lunghissimo dopoguerra”. E in particolare “per gli Stati Uniti e gli altri Paesi - a partire dall’Italia - alla ricerca di una credibile exit-strategy e per i vicini arabi ed islamici”. (segue)

(Fpe/Pn/Adnkronos)