ISRAELE: DUE MINUTI DI SILENZIO PER IL GIORNO DEI CADUTI
ISRAELE: DUE MINUTI DI SILENZIO PER IL GIORNO DEI CADUTI

Gerusalemme, 2 mag. (Adnkronos) - Al suono delle sirene, tutti gli israeliani si sono fermati oggi in silenzio due minuti per commemorare gli oltre 22mila caduti del paese, fra soldati e vittime del terrorismo. Per le strade le automobili si sono fermate e la gente scesa all’esterno rimanendo a capo chino.

Durante la commemorazione, che dura fino al tramonto, vengono recitate preghiere per i defunti nei cimiteri militari, mentre radio e televisioni diffondono programmi speciali. Una delle rete pubbliche mostra sul suo schermo i nomi di tutti i morti, fra cui i 138 soldati e i 45 civili uccisi l’anno scorso. I caduti sono in totale 22.123 e vengono calcolati a partire dal 1860 quando un gruppo di ebrei inizi a costruire nuovi quartieri al di fuori dalle mura della citt vecchia di Gerusalemme.

Il giorno dei caduti iniziato ieri sera al tramonto. il presidente Moshe Katsav ha parlato davanti al Muro del Pianto, ricordando tutti i soldati uccisi, compresi “drusi, beduini, musulmani e cristiani”. E’ stato grazie ai caduti “che abbiamo avuto trattati di pace con la Giordania e l’Egitto”, ha affermato. Il primo ministro ad interim Ehud Olmert ha dal canto suo promesso di portare Israele “sulla strada della pace”. Migliaia di persone si sono riunite ieri a piazza Yitzak Rabin a Tel Aviv per l’annuale serata di musica e i discorsi in memoria dei defunti. Questa sera, con la fine della giornata dei caduti, inizier la festa per il 58esimo anniversario dell’Indipendenza.

(Civ/Gs/Adnkronos)