M.O.: IL QUARTETTO SI RIUNISCE A NEW YORK, DISCUTE DEL SUO FUTURO
M.O.: IL QUARTETTO SI RIUNISCE A NEW YORK, DISCUTE DEL SUO FUTURO
SI PARLERA' ANCHE DI IPOTESI FINE MEDIAZIONE

Tel Aviv, 2 mag. (Adnkronos) - Rappresentanti del Quartetto per il Medio Oriente si riuniranno oggi negli uffici del segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, per discutere del futuro ruolo dell’organismo formato da Stati Uniti, Onu, Unione Europea e Russia che sponsorizza il piano di pace della Road Map. Nei colloqui, si legge sul sito di ‘Ha’aretz’ - si parlera’ della possibilita’ di prendere le distanze dalla Road Map, analizzando il grado di attualita’ del piano e la possibilita’ di aggiornarlo, oltre a quella di porre fine alla mediazione del Quartetto nel conflitto mediorientale. Uno dei temi centrali sara’ l’opportunita’ o meno di nominare un sostituto al posto del dimissionario James Wolfensohn, all’incarico di inviato per il Quartetto.

Alte fonti interne al Quartetto stanno infatti esprimendo sempre piu’ dubbi quanto all’opportunita’ di far proseguire il coinvolgimento internazionale nel processo diplomatico mediorientale alla luce della formazione del governo Olmert - e delle intenzioni di quest’ultimo di seguire una politica unilaterale - e a seguito della vittoria di Hamas. “Il Quartetto dovra’ prendere una decisione di principio per quanto riguarda il proseguimento del suo contributo alla mediazione tra Israele ed i palestinesi, qualora i motivi che stanno dietro alle dimissioni di Wolfensohn non cambiassero”, ha spiegato ad Ha’aretz un diplomatico eruopeo. “Se si decidesse di nominare un nuovo inviato, sara’ necessario formulare un mandato che sia pertinente rispetto alla nuova realta’ che si e’ creata sul terreno”.

(Ses/Pe/Adnkronos)