NORVEGIA: TRE CONDANNE PER IL FURTO DI DUE QUADRI DI MUNCH (2)
NORVEGIA: TRE CONDANNE PER IL FURTO DI DUE QUADRI DI MUNCH (2)
PROSCIOLTO DA ACCUSA UNO DEI 2 PRESUNTI AUTORI MATERIALI

(Adnkronos) - I tre norvegesi condannati per aver partecipato, a vario titolo, al furto delle due opere non ancora ritrovate, l’’Urlo’ e ‘Madonna’, sono Bjoern Hoen, Petter Tharaldsen e Petter Rosenvinge. Tutti si sono proclamati innocenti.

Secondo il giudice norvegese Arne Lyng, Hoen, condannato a 7 anni, e’ l’ideatore del colpo al museo Munch di Oslo, Tharaldsen (8 anni) era alla guida dell’auto rubata che i due autori del furto hanno utilizzato per fuggire e Rosenvinge (4 anni) e’ colui che si e’ procurato il mezzo.

Prosciolti, invece, gli altri tre accusati. Tra questi anche il trentenne Stian Skjold, accusato di essere uno dei due uomini del commando. Le due tele erano state prelevate da due uomini che avevano minacciato con le armi un custode del museo.

Dopo il clamoroso furto del 22 agosto di due anni fa la struttura museale che ospita ad Oslo numerose opere di Edvard Munch era rimasta chiusa per tre settimane, per permettere l'adeguamento delle misure di sicurezza. Nel museo costruito nel 1963 doveva essere istallato un nuovo sistema di telecamere per proteggere l'esposizione di circa mille dipinti, 3 mila disegni e 18 mila stampe, la produzione dell'artista scomparso nel 1944. La collezione era assicurata per 74 milioni di dollari contro incendio o danni da acqua, ma non contro il furto.

(Ses/Pe/Adnkronos)