ONU: IRAN, IRAQ, CUBA E A.SAUDITA CANDIDATI A CONSIGLIO DIRITTI UMANI
ONU: IRAN, IRAQ, CUBA E A.SAUDITA CANDIDATI A CONSIGLIO DIRITTI UMANI

New York, 2 mag. - (Adnkronos/Dpa) - Ci sono l’Iran, l’Iraq, Cuba e l’Arabia Saudita tra i 64 Paesi finora candidati ai 47 seggi del nuovo Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, che vedr formalmente la luce il 9 maggio prossimo con l’elezione dei suoi membri. Dando una scorsa al sito web del nuovo Consiglio - che prende il posto della “screditata” Commissione, pi di una volta presieduta da Paesi responsabili di gravi violazioni dei diritti dell’uomo - si nota che il maggior numero di candidature per i posti assegnati (13) proviene dall’Asia: tutti i maggiori Stati si sono presentati, dalla Cina al Giappone, dall’India al Pakistan all’Indonesia.

Tra i Paesi dell’Europa occidentale e altri (cui spettano sette seggi) si sono candidati, tra gli altri, il Canada, la Germania, la Francia, la Gran Bretagna, la Svizzera. Sei seggi, secondo la ripartizione decisa con la risoluzione approvata il 15 marzo scorso dall’Assemblea generale - contro la quale votarono gli Stati Uniti, pur precisando che non ne avrebbero boicottato il funzionamento - sono assegnati ai Paesi dell’Europa orientale, otto a quelli dell’America Latina e 13 all’Africa.

Per essere eletti, i Paesi candidati dovranno ottenere la maggioranza semplice dei voti e dovranno essere scelti “tenendo conto del loro contributo alla promozione e protezione dei diritti umani”. Resteranno in carica per tre anni e non potranno ottenere pi di due mandati consecutivi. La prima riunione del Consiglio fissata per il 19 giugno.

(Nap/Ct/Adnkronos)