PORTO RICO: FONDI ESAURITI, SCUOLE CHIUSE E DIPENDENTI PUBBLICI A CASA
PORTO RICO: FONDI ESAURITI, SCUOLE CHIUSE E DIPENDENTI PUBBLICI A CASA
CONGRESSO IN MANO A OPPOSIZIONE HA BLOCCATO MANOVRA AGGIUNTIVA

San Juan, 2 mag. (Adnkronos)- Sono vuote le casse dell’amministrazione pubblica a Porto Rico e cosi’ circa 100 mila dipendenti statali sono temporaneamente senza lavoro e mezzo milione di scolari stanno a casa perche’ le scuole sono state chiuse. Il funzionamento dell’amministrazione pubblica e’ limitato ai servizi di base e alle emergenze e la situazione di paralisi potrebbe durare per i prossimi due mesi.

Il governo ha esaurito ad aprile i fondi stanziati nel bilancio preventivo per l’anno in corso e non ha ottenuto dal Congresso, dove l’opposizione ha la maggioranza, l’approvazione di un credito, una manovra aggiuntiva da 531 milioni di dollari, richiesta per far fronte agli stipendi dei dipendenti pubblici.

Venerdi’ scorso decine di migliaia di portoricani sono scesi in piazza per protestare e per chiedere a gran voce che il governatore popolar-democratico dell’isola, Anibal Acevedo, trovi un accordo con il partito ‘Nuevo progressista’ all’opposizione.

E’ la prima volta che sull’isola, ex possedimento spagnolo e ceduta nel 1898 agli Usa che nel 1952 l’hanno trasformata in un protettorato, le scuole pubbliche cessano l’attivit per mancanza di fondi. La chiusura riguarda 1.534 scuole, per un totale di 500 mila studenti e 40 mila insegnanti, a due settimane dalla fine delle lezioni prevista dal calendario scolastico.

(Ses-Pag/Pe/Adnkronos)