UE: IN VIGORE DIRETTIVA SU LIBERA CIRCOLAZIONE CITTADINI UNIONE
UE: IN VIGORE DIRETTIVA SU LIBERA CIRCOLAZIONE CITTADINI UNIONE
FRATTINI, TAPPA IMPORTANTE IN PROCESSO INTEGRAZIONE EUROPEA

Bruxelles, 2 mag. - (Adnkronos/Aki) - D’ora in poi il cittadino di uno stato membro dell’Unione Europea potr spostarsi in un altro paese dell’Ue con la stessa facilit e gli stessi diritti di una persona che cambia residenza all’interno del proprio paese. Da ieri infatti entrata in vigore la direttiva sulla libera circolazione (2004/38/CE) che garantisce tale diritti ai cittadini Ue e alle proprie famiglie. “Si tratta - ha affermato il vicepresidente della Commissione Europea Franco Frattini, titolare di Giustizia, libert e sicurezza - di una pietra miliare nel processo di integrazione europeo, in quanto consente ai cittadini Ue e alle loro famiglie di circolare e soggiornare molto pi liberamente in seno all’Unione, in quanto tale diritto l’espressione stessa della cittadinanza europea”. Una direttiva che avr un impatto notevole, se vero, come sottolinea la Commissione europea, che 7 milioni di cittadini europei vivono in un altro stato membro.

La direttiva, fortemente sostenuta da Frattini, ha anzitutto un valore di semplificazione giuridica: essa infatti sostituisce un corpus legislativo complesso che vedeva sinora 9 direttive e un regolamento. Inoltre essa pone la libert di circolazione e soggiorno sotto un regime giuridico unico per tutte le categorie di cittadini. Frattini ha inoltre ricordato che “riconosce ai familiari un diritto di soggiorno individuale, che rimanda anche in caso di scioglimento del matrimonio o di morte del coniuge”. Da segnalare, inoltre, l’elemento pi innovativo: il diritto di soggiorno permanente dopo cinque anni di permanenza legale nello stato membro di accoglienza. (segue)

(Gdr/Pe/Adnkronos)