CINEMA: ROSSI STUART, DIVENTO REGISTA CON STORIA D'AMORE TRA UN PADRE E UN FIGLIO
CINEMA: ROSSI STUART, DIVENTO REGISTA CON STORIA D'AMORE TRA UN PADRE E UN FIGLIO
''ANCHE LIBERO VA BENE'' IN GARA ALLA QUINZAINE DES REALISATEURS A CANNES

Roma, 2 mag. (Adnkronos/Cinematografo.it) - E’ un esordio folgorante quello di Kim Rossi Stuart, che debutta dietro la macchina da presa con Anche libero va bene e conquista un posto in prima fila al festival di Cannes, dove concorrer il 22 maggio alla Quinzaine des Realisateurs. “Racconto la storia d’amore tra un padre e un figlio” spiega il neoregista, che questa mattina a Roma ha presentato il film insieme agli sceneggiatori Linda Ferri e Federico Starnone e al produttore Carlo Degli Esposti. Anche libero va bene (in Italia uscir 5 maggio distribuito dalla 01 in 70 copie) interpretato dallo stesso Rossi Stuart, costretto a sostituire all’ultima ora l’attore che avrebbe dovuto interpretare il ruolo del protagonista, da Barbora Bobulova e dagli esordienti Alessandro Morace e Marta Nobili e narra, attraverso gli occhi dell’undicenne Tommaso, la storia di una famiglia “come tante ce ne sono a giorni nostri”, con un padre autoritario costretto a crescere da solo i due figli e una madre, che dopo l’ennesima fuga, irrompe nuovamente nelle vite del marito e dei due ragazzi. (segue)

(Spe/Pe/Adnkronos)