AFGHANISTAN: PARROCO SORA, UNA MORTE ASSURDA CHE LASCIA SPIAZZATI
AFGHANISTAN: PARROCO SORA, UNA MORTE ASSURDA CHE LASCIA SPIAZZATI
SI PAGA CON LA VITA IL DESIDERIO DI AIUTARE QUALCUNO

Roma, 5 mag. - (Adnkronos) - “La morte dei due militari italiani in Afghanistan mi lascia perplesso e spiazzato. E’ assurdo che dei giovani che si recano in scenari difficli per sostenere una causa in cui credono debbano trovare una morte cos assurda”. E’ quanto riferisce all’ADNKRONOS Don Alfredo Di Stefano, parroco della cattedrale di Santa Maria Assunta a Sora, citt natale di Luca Polsinelli, uno dei due militari caduti oggi nell’attentato contro un convoglio italiano a Kabul.

“In missioni cos delicate e difficili - prosegue Don Di Stefano - si paga con la propria vita il desiderio di aiutare qualcuno. Sono convinto che la vita di una persona pi importante di un ideale. Il valore della vita di un singolo individuo difficile da coniugare con la vita di un popolo”.

(Lar/Gs/Adnkronos)