CRIMINALITA': BARI, VENDETTA E GUERRA DI MAFIA DIETRO OMICIDIO MERCANTE (4)
CRIMINALITA': BARI, VENDETTA E GUERRA DI MAFIA DIETRO OMICIDIO MERCANTE (4)

(Adnkronos) - Secondo quanto accertato, insieme a Telegrafo c'erano alcuni complici. All'agguato avrebbero assistito anche le persone che erano insieme a Mercante le quali avrebbero provveduto a sfilare una pistola che la vittima portava sempre con se' e a consegnarla alla moglie e alla nipote.

''La Dda ha contestato anche l'aggravante dell'articolo 7 con le finalita' mafiose del gesto - hanno detto gli inquirenti - perche' non c'era solo la componente quasi privatistica del delitto ma anche la necessita' di imporre un dominio caratteristico, laddove si crea una situazione di contrasto con chiunque voglia metterlo in dubbio. Lo sfondo della rivalita' tra gruppi rimane. Il coinvolgimento del giovanissimo presunto killer - hanno detto gli inquirenti - conferma la tipicita' della criminalita' barese. Un ragazzo, appena 18enne, che non ha perso tempo per organizzarsi con il suo gruppo per intervenire''.

E' emerso anche che la madre del presunto killer avrebbe cercato di fermare il desiderio di vendetta del figlio gia' stanca di vedere il marito solo in carcere. Subito dopo l'omicidio si verificarono altri due agguati da inquadrare nella stessa spirale di violenza ma che non sono oggetto dei provvedimenti odierni e sui quali proseguono le indagini. (segue)

(Pas/Gs/Adnkronos)