IMI-SIR: AVVOCATURA DI STATO, UN GESTO DOVEROSO LA CONSEGNA DI PREVITI
IMI-SIR: AVVOCATURA DI STATO, UN GESTO DOVEROSO LA CONSEGNA DI PREVITI
MASSIMO GIANNUZZI, LA DETENZIONE IN CARCERE QUESTIONE DI POCHI GIORNI

Roma, 5 mag. (Adnkronos) - La consegna spontanea da parte di Cesare Previti, condannato definitivamente a sei anni per corruzione in atti giudiziari dalla Cassazione nell’ambito del processo Imi-Sir, stato un “gestro doveroso” ma la sua detenzione in carcere “sar questione di pochi giorni”. Ad esprimersi in questi termini l’Avvocatura dello Stato che in Cassazione stata rappresentata dall’avvocato Massimo Giannuzzi. Riflette il legale: “considerata la carica di parlamentare che Previti ha ricoperto, la consegna spontanea mi sembra un gesto doveroso”.

Una reclusione, quella dell’ex ministro della Difesa che, come afferma l’avvocato dello Stato, dovrebbe risolversi in pochissimi giorni. “Un minimo di istruttoria ci dovr essere, ma trattandosi della prima esecuzione per Previti - dice Giannuzzi - non credo che il magistrato di sorveglianza opporr ragioni per negare la detenzione domiciliare”.

(Dav/Ct/Adnkronos)