MEDICINA: DA TEAM ITALIANO TEST CHE 'PREVEDE' DANNI CEREBRALI BEBE'
MEDICINA: DA TEAM ITALIANO TEST CHE 'PREVEDE' DANNI CEREBRALI BEBE'
CON SEMPLICE PRELIEVO DI SANGUE MATERNO

Roma, 5 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Un nuovo test prenatale che identifica i feti a rischio di danni o emorragie cerebrali mediante un semplice prelievo di sangue materno. E’ il risultato ottenuto grazie agli studi di un team di ricercatori italiani di diversi centri della penisola: ostetrici e neonatologi del dipartimento Ostetrico-neonatale dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova e dell’ospedale Garibaldi-Nesima di Catania, esperti di anatomia dell’universit Cattolica di Roma, ginecologi dell’universit ‘La Sapienza’ di Roma e dell’universit di Siena. Il metodo consente di prevedere con buona approssimazione se il bambino che sta per venire alla luce andr incontro a eventi cerebrali subito dopo la nascita.

La ricerca, pubblicata su ‘Clinical Chemistry’ dimostra che a 24 ore dal parto, quando tutti gli altri parametri clinici e di laboratorio non sono ancora in grado di fornire informazioni attendibili, il semplice dosaggio nel sangue materno della proteina S100B baster a escludere con certezza l’insorgere di un’emorragia cerebrale o a prevederla. ‘’L’importanza di questa ricerca – spiega Diego Gazzolo, a capo del gruppo di studiosi - risiede nel fatto che questo segnale di pericolo, indice di un danno neurologico in atto, viene manifestato in una fase durante la quale altri strumenti diagnostici non sono ancora in grado di rilevare anomalie e la loro sensibilit inferiore a quella del test proposto dal nostro studio. Inoltre, per realizzare questo nuovo test non occorrer prelevare liquidi biologici dal feto, ma baster un campione di sangue della mamma”. (segue)

(Sal/Pe/Adnkronos)