MEDICINA: ''ICTUS NEMICO SCONOSCIUTO'', A FIRENZE ESPERTI A CONFRONTO (2)
MEDICINA: ''ICTUS NEMICO SCONOSCIUTO'', A FIRENZE ESPERTI A CONFRONTO (2)

(Adnkronos) - “Tutti i giorni riceviamo almeno una telefonata. Generalmente i pazienti non sono sufficientemente informati sull’ictus - rileva Domenico Inzitari, presidente di Alice, uno dei massimi esperti del settore -, di conseguenza ignorano le possibilit terapeutiche all’avanguardia (sia preventive che da attuarsi appena l’ictus insorge) e non sono in grado di valutare adeguatamente il livello di assistenza cui sono sottoposti”.

Dalle chiamate pervenute al telefono amico dell’associazione emergono anche difficolt nella gestione del “dopo ictus”: generalmente si lamenta una discontinuit nelle varie fasi dell’assistenza riabilitativa, in particolare si segnala una notevole disparit fra il trattamento riabilitativo intensivo immediatamente dopo l’ictus e le fasi successive.

L’Agenzia Regionale di Sanit, anche attraverso il suo Osservatorio qualit, direttamente impegnata in questo settore con azioni di valutazione e miglioramento della qualit dei servizi. In particolare l’Ars svolge attivit di monitoraggio dei percorsi assistenziali degli anziani con ictus, degli indicatori per la valutazione di impatto delle linee guida, degli indicatori di qualit dell’assistenza in ospedale (tra cui l’assistenza all’ictus), gestisce il registro regionale degli eventi cerebrovascolari acuti, e raccoglie le esperienze e le opinioni di pazienti e familiari. (segue)

(Red-Xio/Zn/Adnkronos)