SALUTE: COMMISSIONE UE, ETICHETTE CREME SOLARI NON INDICANO PROTEZIONE UVA (2)
SALUTE: COMMISSIONE UE, ETICHETTE CREME SOLARI NON INDICANO PROTEZIONE UVA (2)

(Adnkronos Salute) - Kreuzhuber spiega che “attualmente non esiste un sistema univoco per calcolare la protezione dalle radiazioni Uva. Dunque ciascuna casa produttrice di creme solari adotta un proprio standard. Con il risultato di fare una gran confusione con i numeri”. Eppure, ricorda la Commissione Ue come pure tutti i dermatologi, i raggi Uva non solo determinano l’invecchiamento prematuro della pelle, ma possono anche favorire l’insorgenza dei tumori cutanei. Non serve solo utilizzare la ‘crema giusta’, ma necessario applicarne anche la quantit sufficiente. “Un amante della tintarella di taglia media - riferisce Bruxelles - deve utilizzare circa 35 grammi di crema per proteggere l’intera superficie corporea, pi o meno sei cucchiaini da t colmi, o un terzo di una confezione piccola di crema”.

E ancora, per questa estate la Commissione consiglia “di evitare l’esposizione solare nelle ore pi calde, di indossare indumenti protettivi e di proteggere neonati e bambini dalla luce diretta del sole”. In pi ricorda che anche con le nuvole il 90% dei raggi solari arriva ‘a terra’, percentuale che scende al 40% mezzo metro sotto la superficie dell’acqua.

(Sal/Pn/Adnkronos)