SANITA': VENETO - ASSESSORE TOSI, NON SONO IO IL 'SIGNOR TO'
SANITA': VENETO - ASSESSORE TOSI, NON SONO IO IL 'SIGNOR TO'
ORMAI LO SANNO TUTTI, SPERO ANCHE I MAGISTRATI

Venezia, 5 mag. - (Adnkronos) - “Il signor TO, il personaggio indicato da quella sigla come percettore dei 50.000 euro pagati (erogati, dati, ecc.) da Giuseppe Puntin, non sono io. Adesso spero sia chiaro a tutti, anche ai magistrati. Non possibile per – e non lo auguro a nessuno – essere sbattuto in prima pagina e messo alla gogna come possibile corrotto senza che vi sia uno straccio di elemento, anche minimo, a mio carico”. Lo ha affermato l’assessore regionale alle politiche sanitarie del Veneto, Flavio Tosi, intervenendo oggi, in Consiglio Regionale, alla seduta straordinaria dedicata alla sanit.

“Non possibile – ha aggiunto – che una semplice ‘ipotesi investigativa’ venga messa per iscritto come possibile reato in un provvedimento giudiziario a carico di altre persone e fatto rapidissimamente, quasi in tempo reale, trapelare alla stampa mettendo alla gogna un cittadino solo perch riveste un incarico pubblico. Per un politico parlano gli atti e i fatti e i fatti dicono che tutti gli atti e le deliberazioni prese sotto la mia gestione della sanit vanno esattamente nella direzione opposta a quella di favori alla sanit privata che ipotizzano i magistrati di Trento. Vorrei vedere se un magistrato, trattato allo stesso modo, si indignerebbe di meno”. (segue)

(Red-Dac/Ct/Adnkronos)