TARANTO: ESTORSIONI E MINACCE AD AMANTE, ARRESTATO
TARANTO: ESTORSIONI E MINACCE AD AMANTE, ARRESTATO

Taranto, 5 mag. - (Adnkronos) - Alla fine, dopo oltre 10 anni di soprusi e minacce, ha trovato il coraggio di denunciare il suo ex amante. E' successo a Palagiano, in provincia di Taranto, dove una 38enne si e' presentata ai carabinieri rendendo, tra le lacrime, una testimonianza-fiume che ha incastrato Francesco Balestra, 50 anni, residente a Mottola. Le accuse nei suoi confronti sono gravissime: estorsione consumata e tentata continuativamente dal 1990 al novembre del 2005, minacce aggravate e continuate, anche nei confronti della figlia della vittima e di altri suoi congiunti, violenza privata e due incendi dolosi aggravati e continuati avvenuti a marzo scorso a Palagiano e Mottola.

Nel giro di pochi giorni presero fuoco le due autovetture di proprieta' della donna con grave rischio per le palazzine circostanti, anche per la presenza delle centraline del metano. Una lunga serie di vessazioni seguite a una relazione sentimentale finita male proprio per il carattere violento dell'amante. L'uomo, secondo quanto riferiscono gli inquirenti, avrebbe estorto centinaia di euro alla volta alla donna che minacciava di distruggere le sue attivita'.

Balestra, a quanto accertato, aveva l'abitudine di passare in continuazione davanti al luogo di lavoro della donna per farle sentire la sua pressione. Il provvedimento di custodia cautelare e' stato emesso dal gip del Tribunale di Taranto Michele ancona, che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Franco Sebastio. L'uomo e' stato arrestato all'alba di oggi dai carabinieri delle Stazioni di Palagiano, in collaborazione con quelli di Mottola.

(Pas/Pn/Adnkronos)