NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'INTERNO (4)
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - L'INTERNO (4)

Roma. Marco Panella definisce la scelta del candidato al Quirinale una ‘’storia oscura, torbida, oligarchica nei metodi e nei meriti’’. Pannella sottolinea che ‘’la Rosa nel pugno, giustamente, insiste per difendere il metodo della ricerca bipartisan da operarsi a partire da una o due ‘rose di nomi’’’, tra l’altro, spiega: ‘’Il gioco di Berlusconi e’ chiaro, in questa fase lanciare un piccolo festival di proposte ‘aperte e simpatiche’, liberali, perfino laiche. Per poi, scatenandosi nella campagna politica per le amminsitrative ed il referendum costituzionale poter disporre ampiamente del suo argomento tanto preferito quanto sleale dello Stato occupato, come da lui previsto, dai ‘comunisti’’’. Secondo Pannella, ‘’egli fara’ il possibile, tatticamente, anche durante le votazioni della settimana prossima perche’ il ‘komunista’ Massimo D’Alema sia presidente della Repubblica, mentre l’altro suo ‘komunista’ Fausto Bertinotti e’ di gia’ presidente della Camera’’. Il leader radicale aggiunge: ‘’Mario Monti, Umberto Veronesi e, magari, perfino Giuliano Amato non servono alla bisogna. Per l’ulteriore trionfo oligarchico gli ci vuole ben altro in questa fiera delle falsita’, degli inganni del monopartitismo, ahinoi, sempre piu’ perfetto’’. (segue)

(Pab/Zn/Adnkronos)