UE: BARROSO, SERVE DICHIARAZIONE IMPEGNI LEADER SU COSTITUZIONE NEL 2007
UE: BARROSO, SERVE DICHIARAZIONE IMPEGNI LEADER SU COSTITUZIONE NEL 2007
''SU COSTITUZIONE NO AI RIGORI, AVANTI CON TEMPI SUPPLEMENTARI''

Bruxelles, 10 mag. - (Adnkronos/Aki) - No ai “rigori” per trovare una soluzione ‘tout court’ alla delicata partita dei paesi membri sulla Costituzione europea: per venire a capo dell’impasse sul Trattato europeo scatenato dal no franco-olandese dello scorso anno servono “i tempi supplementari” con tanto di “dichiarazione d’impegni” dai Venticinque da sottoscrivere possibilmente nel giugno 2007. Ricorre ad una metafora calcistica il presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso, corredata da idee e proposte, per indicare la sua strada per fare progedire l’Europa. Un percorso messo nero su bianco da Bruxelles in una comunicazione adottata stamani.

Attualmente sul fronte della Carta Ue “non abbiamo nessun elemento per una decisione definitiva” ha detto Barroso durante la presentazione del documento. Di conseguenza, ha aggiunto, se “per risolvere in modo definitivo una partita si va ai rigori”, all’Unione “servono i tempi supplementari” perch “bisogna concedere un p di tempo per trovare il consenso che per ora non c’”. D’altra parte, ha ammesso Barroso, se al summit di giugno i capi di Stato e di Governo Ue dovessero discutere della Costituzione, anche emendata, “non raggiungerebbero nessuna decisione”. In altre parole, l’esecutivo Ue ritiene opportuno aspettare che passi il clima sfavorevole creatosi sulla scia del fallimento dei due referendum. (segue)

(Cim/Ct/Adnkronos)