CATANZARO: DUPLICE OMICIDIO IN AZIENDA AGRICOLA, E' GIALLO
CATANZARO: DUPLICE OMICIDIO IN AZIENDA AGRICOLA, E' GIALLO
ANCORA DA ACCERTARE MOVENTE, SI INDAGA IN AMBIENTI CRIMINALITA'

Lamezia Terme, 12 mag. – (Adnkronos) – E’ giallo sull’omicidio di Santo Raso, 33 anni, e Francesco Diano, 52 anni, avvenuto questa mattina intorno alle 7 in provincia di Catanzaro, mentre i due uomini, a bordo delle rispettive auto, una Panda e una Punto Fiat, si stavano recando al lavoro nell’azienda agricola di Feroleto Antico, al confine con il territorio di Lamezia Terme, dove Diano faceva il custode e Raso aveva cominciato a lavorare solo due giorni fa.

Al momento non ancora chiaro il movente dell’agguato, se cioe’ si sia trattato di un episodio riconducibile alla criminalita’ organizzata, come lascerebbero presumere le modalita’ del duplice delitto, o alla vita privata dei due, ne’ se a sparare sia stato uno o piu’ sicari. E gli investigatori della squadra mobile di Catanzaro e del Commissariato di Lamezia Terme non escludono neanche che nel mirino del killer ci fosse solo una delle due vittime, Diano, e che Raso sia stato ucciso solo perche’ ‘colpevole’ di aver visto qualcosa che non avrebbe dovuto.

A dare l’allarme stato un collega delle vittime, che ha scoperto i corpi andando in azienda. Il cadavere di Raso stato trovato all’interno della sua vettura: a ucciderlo due colpi di pistola al volto. Il corpo di Diano invece stato trovato nei campi, poco distante dalla sua auto con con tre colpi di pistola alla testa. A sparare in entrambi i casi una pistola calibro 7.65. (segue)

(Prs/Ct/Adnkronos)