EDITORIA: 'GRAND PRIX', PREMI A 'VANITY FAIR', 'GAZZETTA' E 'METRO' (2)
EDITORIA: 'GRAND PRIX', PREMI A 'VANITY FAIR', 'GAZZETTA' E 'METRO' (2)

(Adnkronos) - Il direttore di Vanity Fair Luca Dini, ricever un premio speciale per il successo del settimanale italiano che dalla sua comparsa sul mercato ha macinato solo grandi successi.

L’edizione italiana, nata nel 2003, conta oggi oltre 680.000 lettori con 300.000 copie diffuse, il 54% in pi dalla sua nascita. Direttore di Vanity Fair da febbraio di quest’anno, stato prima vicedirettore di Carlo Verdelli dal lancio del settimanale in della Cond Nast. Prima di ‘Vanity Fair’ stato oltre dieci anni nella redazione di ‘Oggi’ come corrispondente da New York prima e poi, Capo Redattore e Capo Redattore Centrale.

Un riconoscimento speciale va poi alla ‘Gazzetta dello Sport’ che quest’anno festeggia i 110 anni dalla sua nascita nel 1896. La mitica rosa stata stampata per la prima volta in questo colore tre anni dopo. Ritirer il premio il neo direttore Carlo Verdelli, che prima di dirigere la redazione della rosa stato alla guda proprio di Vanity Fair dal 2004, lasciando la direzione al suo vice Luca Dini. Tra gli incarichi di Verdelli la direzione di Sette, il magazine del Corriere della Sera e la vicedirezione del Corriere dal 1996 al 2003.

Sar premiato poi il direttore di ‘Metro’ Giampaolo Roidi, con un riconoscimento speciale in occasione dell’ingresso della free press nel sistema di rilevazione Audipress. Metro stato il primo quotidiano free press ad approdare sul mercato italiano nel 2000 e Roidi ha partecipato alla sua nascita come caporedattore per succedere nel dicembre 2004 a Fabrizio Paladini alla direzione del quotidiano gratuito del gruppo svedese Metro International.

(Sin/Gs/Adnkronos)