MILANO: ALL'INT PRIMO CENTRO ITALIANO CONTRO TUMORI NEUROENDOCRINI (2)
MILANO: ALL'INT PRIMO CENTRO ITALIANO CONTRO TUMORI NEUROENDOCRINI (2)
BAJETTA, FAREMO 'SCUOLA' ANCHE IN ALTRI OSPEDALI DELLA PENISOLA

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - ‘’Quando nel 1968 incontrai per la prima volta in un testo il termine ‘carcinoidi’ pensai che fosse un errore di stampa e che l’autore volesse dire ‘carcinomi’ - ha raccontato Bajetta - Il mio maestro d’allora mi spiego’ che non era cosi’, e da li’ parti’ il mio interesse per queste neolplasie’’. Tumori speciali e difficili: non danno sintomi, non esistono campanelli d’allarme che permettano di prevederli, e per ‘stanarli’, curarli e guarirli ‘’servono competenze che in Italia solo l’Int di Milano e’ in grado di garantire. Qui i pazienti sopravvivono il doppio, gli specialisti esistono gia’ e sono gia’ attivi, e da oggi lavoreranno coordinati in ‘rete’’’. Non solo. ‘Esporteranno’ la loro esperienza e addestreranno altri medici. ‘’E’ un impegno ambizioso e non sostenuto da fondi pubblici, ma solo da qualche privato - ha detto l’oncologo - Il primo passo sara’ la pubblicazione, e la diffusione a tappeto, del volume ‘La famiglia dei carcinoidi’’’.

Secondo Bajetta, ‘’l’organizzazione concepita per gestire questi tumori potra’ rivelarsi un ‘palinsesto’ utile anche contro forme di cancro piu’ note e diffuse’’. Per sperare un giorno di sconfiggere tutte le ‘’oltre 4mila neoplasie classificate oggi nel pianeta’’. (segue)

(Sal/Pn/Adnkronos)