NAPOLI: ISOLA DI VIVARA TORNA AI PRIVATI PER UNA CLAUSOLA DEL 1939
NAPOLI: ISOLA DI VIVARA TORNA AI PRIVATI PER UNA CLAUSOLA DEL 1939

Napoli, 12 mag. (Adnkronos) - Torna ai privati per una clausola del 1939 l’isolotto di Vivara, splendida oasi verde davanti l’isola di Procida. Lo riferisce il quotidiano il ‘Mattino’. Un ritorno al passato, agli inizi del ‘900 quando la riserva naturale che sorge davanti a Procida, venne presa in affitto da Eduardo Scafroglio, che vi rimase dal 24 novembre 1910 al 31 luglio 1911, pagando un canone di 1300 lire. Oggi l’oasi verde, insieme con tutti gli altri beni dell’ente come l’ospedale civico Abano Francescano, deve essere restituita ai fratelli Antonio e Francesca Diana, di Monte di Procida.

Secondo i giudici della terza sezione della corte di appello di Napoli, legittimo il ricorso presentato dall’avvocato di Giuseppe Diana, defunto padre di Antonio e Francesca e erede di Domenico Scotto Lahcianca, primo proprietario di Vivara che nel ‘39 aveva donato il bene all’ospedale di Procida. Con una clausola: l’assistenza ai malati poveri. Clausola che, secondo i giudici non sarebbe stata rispettata.

Secondo la sentenza l’ente che ha gestito l’oasi verde di Procida non avrebbe svolto a pieno quel compito, avendo affittato alcuni locali prima alla Usl 22, poi alla Asl 2.(segue)

(Ian/Gs/Adnkronos)