PRIVACY: IL GARANTE, CHIAREZZA NELL'USO DATI PERSONALI STUDENTI (2)
PRIVACY: IL GARANTE, CHIAREZZA NELL'USO DATI PERSONALI STUDENTI (2)

(Adnkronos) - Il regolamento del Ministero – che contiene una serie di schede nelle quali sono riportate le finalit di rilevante interesse pubblico per trattare dati sensibili e giudiziari, la fonte normativa, le operazioni che con i dati si possono eseguire, i tipi di dati utilizzati, la denominazione dei trattamenti - reca il quadro generale di garanzie per la gestione scolastica dei dati che incidono in modo pi significativo sulla sfera privata degli studenti, quadro al quale si collegano tutele pi specifiche previste per particolari documenti, come ad esempio il “Portfolio”.

Nel regolamento viene chiarito, tra l’altro, che i dati sensibili degli studenti possono essere usati solo per specifiche finalit: i dati sulle origini razziali ed etniche possono essere trattati solo per favorire l’integrazione degli alunni con cittadinanza non italiana; i dati relativi alle convinzioni religiose solo per garantire la libert di credo religioso; i dati sulla salute solo per l’erogazione del sostegno agli alunni disabili, dell’insegnamento domiciliare e per il servizio di refezione; le informazioni sulle convinzioni politiche solo per la costituzione ed il funzionamento delle consulte e delle associazioni degli studenti e dei genitori; i dati di carattere giudiziario sono trattati solo per assicurare il diritto allo studio anche a soggetti sottoposti a regime di detenzione. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)