ROMA: DESIDERI (LISTA STORACE), ACQUIRENTI SEDE ATAC? CAMPIDOGLIO TACE
ROMA: DESIDERI (LISTA STORACE), ACQUIRENTI SEDE ATAC? CAMPIDOGLIO TACE

Roma, 12 mag. (Adnkronos) - ‘’La sede dell’Atac di via Volturno (angolo largo Montemartini, di fronte alla stazione Termini) sembra sia stata visitata da una delegazione di possibili acquirenti appartenente, a quanto pare, al mondo delle automobili. Se risultasse vero sarebbe il colmo: l’edificio simbolo del trasporto pubblico comperato da chi si occupa del trasporto privato. Sulla vicenda, incredibilmente, il Campidoglio continua a tenere la bocca cucita’’. quanto ha dichiarato il capogruppo della Lista Storace al Consiglio regionale del Lazio, Fabio Desideri.

‘’Nel frattempo – ha aggiunto Desideri – l’Atac ha quasi completato il trasloco dalla storica e prestigiosa sede per andare in affitto nel palazzo di via Ostiense dove dimorava la Sta. Ribadiamo che si tratta di una scelta, stranamente non pubblicizzata, non facile da comprendere. Tra l’altro, gran parte dell’edificio di via Volturno stata ristrutturata da poco. E si suppone non gratuitamente’’.

‘’In via di dismissione -ha riferito- anche il palazzo dell’Acea, attualmente occupato dall’azienda, che campeggia su piazzale Ostiense, di fronte alla tomba di Caio Cestio Epulone, meglio nota come Piramide. Il 22 giugno sar messo all’asta da Risorse per Roma al prezzo base di 101 milioni di euro. A quanto sembra l’edificio interesserebbe a una multinazionale della telefonia. Ma il fatto che l’immobile sia ancora occupato potrebbe rappresentare un problema’’.

‘’A questo proposito – ha proseguito Desideri – ci torna alla memoria un incontro, avvenuto nel settembre del 2005, tra il sindaco di Roma e un imprenditore straniero all’indomani dell’acquisto, da parte di quest’ultimo, di una societ leader proprio nel settore della telefonia. Il sindaco sottoline l’importanza che i progetti di sviluppo di questa realt si realizzassero nella capitale. Da parte sua, il magnate manifest l’intenzione di non spostare la sede da Roma, ma di voler far lavorare i dipendenti in un posto pi bello e centrale, ventilando anche la possibilit di ristrutturare un edificio storico. In questo contesto, chiss, forse potrebbe tornare utile anche l’edificio dell’Atac, ormai quasi totalmente liberato. Ma, ovviamente, si tratta solo di ipotesi’’.

(Rre/Col/Adnkronos)