SALUTE: DUE GENI AUMENTANO RISCHIO INFARTO, POSSIBILI NUOVI TEST DIAGNOSTICI
SALUTE: DUE GENI AUMENTANO RISCHIO INFARTO, POSSIBILI NUOVI TEST DIAGNOSTICI
LO SVELA STUDIO MULTICENTRICO USA SU 2MILA PAZIENTI

Milano, 12 mag. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - L’infarto e’ anche una questione di cromosomi. Lo conferma uno studio multicentrico americano condotto su 2mila pazienti, che ha identificato due geni associati a un rischio doppio di attacco cardiaco. La ricerca, co-finanziata da Celera Genomics, e’ firmata dagli scienziati dell’universita’ della California di San Francisco, della Cleveland Clinic, dalla Case Western Reserve University e della Brigham Young University. Secondo gli autori, i risultati ottenuti aprono le porte allo sviluppo di nuovi test diagnostici.

Gli studiosi hanno collegato una forma del gene VAMP8 allo stadio iniziale della formazione di trombi, che quando ostruiscono le coronarie possono bloccare il flusso di sangue, ossigeno e nutrienti, scatenando l’infarto. Il secondo gene ‘sotto accusa’ e’ l’HNRPUL1, ma la ragione per cui una sua forma particolare puo’ favorire gli attacchi cardiaci e’ meno chiara.

‘’In passato vari studi hanno identificato geni associati al rischio di infarto - ha spiegato John Kane, professore di Medicina all’universita’ della California - Ma nella maggior parte dei casi erano indagini su un numero ristretto di pazienti, per cui non e’ escluso che i loro risultati fossero casuali o dei ‘falsi positivi’’’.

(Sal/Ct/Adnkronos)