SALUTE: STUDIO USA, SPORT POSSIBILE 'SCUDO' CONTRO CANCRO PELLE
SALUTE: STUDIO USA, SPORT POSSIBILE 'SCUDO' CONTRO CANCRO PELLE
ESPERIMENTO SU TOPI APRE NUOVE PROSPETTIVE PREVENZIONE

Milano, 12 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - (EMBARGO ALLE 2.00 DI DOMANI) -Fare sport mantiene snelli e fa bene al cuore, ma potrebbe rivelarsi anche un valido ‘scudo’ contro i tumori della pelle. Ad aggiungere un nuova voce alla lista dei motivi per cui bandire la pigrizia e’ un gruppo di scienziati del New Jersey (Usa), autori di uno studio su ‘Carcinogenesis’. I ricercatori hanno infatti osservato che esponendo alcuni topi ai raggi Uvb, i roditori che potevano sfogarsi correndo su una ruota si ammalavano di cancro alla pelle in una percentuale inferiore del 32% rispetto a quelli costretti all’immobilita’ in gabbie senza ruota. Non solo. Nei topolini ‘sportivi’ che sviluppavano un tumore nonostante l’esercizio fisico, la neoplasia era in media tre volte piu’ piccola che negli animali sedentari. Come previsto, infine, benche’ mangiassero e bevessero di piu’, i topi ‘corridori’ ingrassavano di meno. E piu’ erano magri, meno rischiavano il cancro alla pelle.

‘’Questa relazione tra grasso corporeo e tumori puo’ giocare un ruolo importante nei meccanismi che scatenano il cancro - assicura il coordinatore dell’indagine Allan Conney, professore di Chimica biologica alla Rutgers University, ateneo statale del New Jersey - E incoraggia a ulteriori studi - aggiunge - specialmente considerando l’aumento del problema obesita’ nel mondo Occidentale’’.

L’equipe americana ha anche scoperto una possibile ragione dell’effetto riscontrato. Secondo analisi successive di Conney e colleghi, infatti, l’attivita’ fisica favorisce l’apoptosi (o ‘suicidio’ cellulare) indotta dai raggi Uvb sia nella pelle sana che in quella malata, in cui normalmente i meccanismi di morte cellulare programmata entrano in tilt e vengono meno. Gli autori sottolineano infine come la scoperta riguardi i topi. Per estenderla al genere umano servono ricerche ad hoc. Tuttavia, ricordano gli esperti, studi condotti in precedenza sull’uomo indicano che il movimento fisico e’ protettivo contro il cancro all’intestino, anche se la ragione di questo dato resta misteriosa.

(Sal/Opr/Adnkronos)