TERRORISMO: ABU OMAR HA INCONTRATO AVVOCATO IN PRIGIONE IN EGITTO
TERRORISMO: ABU OMAR HA INCONTRATO AVVOCATO IN PRIGIONE IN EGITTO
INTERVISTA DELL'AVVOCATO SU GIORNALI CATENA AMERICANA KNIGHT RIDDER

Il Cairo, 12 mag. - (Adnkronos) - Abu Omar avrebbe incontrato per la prima volta il suo avvocato nella prigione egiziana dove detenuto, e da dove denuncia “torture subite sin dal momento del rapimento in Italia”. E’ quanto ha dichiarato, in un’intervista pubblicata dai giornali della catena americana Knight Ridder, il legale dell’imam, Montasser Zayat che afferma di aver incontrato l’imam egiziano, rapito dalla Cia nel febbraio del 2003 e poi trasferito via Aviano in Egitto, per tre volte tra met marzo e met aprile.

Al suo legale Abu Omar ha fornito la sua versione della mattina del 17 febbraio, quando scatt a via Guerzoni la sua “rendition”: “mentre stava dirigendosi alla preghiera del mattino in moschea - scrive il quotidiano americano - gli agenti della Cia l’hanno assalito, immobilizzato con uno spray chimico e portato su un aereo che ha fatto scalo in una base statunitense in Germania”. Zayat racconta che il suo cliente “ha subito torture dal momento in cui stato rapito in Italia, mi ha detto che ha subito percosse persino a bordo dell’aereo che l’ha portato in Germania prima di essere consegnato agli egiziani”. (segue)

(Men/Col/Adnkronos)