TRUFFE: WANNA MARCHI- IL PROCESSO? INUTILE, I MEDIA CI AVEVANO GIA' CONDANNATO (4)
TRUFFE: WANNA MARCHI- IL PROCESSO? INUTILE, I MEDIA CI AVEVANO GIA' CONDANNATO (4)
'CONDANNATA SOLO PERCHE' FACCIO AUDIENCE'

(Adnkronos) - “E’ tutta colpa di Striscia la Notizia. Io faccio audience e allora vai con Wanna Marchi”. L’ex regina dei talismani in tv continua ad attaccare il programma di Antonio Ricci dalle pagine del quotidiano ‘Il Giornale’, attribuendo alla sua celebrit l’accanimento del tg satirico di Canale Cinque. Poi, parlando delle persone che attendono da lei e da sua figlia un risarcimento di pi di due milioni euro afferma: “Hanno gonfiato, gonfiato, gonfiato le cifre. Hanno messo in mezzo l’Asci anche quando non c’entrava. Il mio avvocato - afferma - voleva dare al Tribunale un dischetto in cui si ricostruiva la vera contabilit della societ ma non l’hanno voluto”.

In merito ai presunti 10 miliardi di vecchie lire che lei e la figlia avrebbero fatto sparire da alcuni conti in banche di San Marino ribadisce: “Ma magari. Io ho solo quattro soldi. La verit che io e Stefania abbiamo bisogno di lavorare ma non ce lo permettono. Adesso c’e’ questa interdizione dalle televendite per cinque anni”. “Io vorrei tornare a fare l’estetista. Sono un’estetista pi che brava - precisa la Marchi - ma anche questo impossibile: molti istituti hanno rinunciato”.

Poi, circa il rifiuto del rito abbreviato afferma: “Inizialmente i miei avvocati mi avevano suggerito la strada del patteggiamento. Ripetevano ‘Wanna patteggi’. Io ho rifiutato perch volevo dimostrare la mia innocenza. E ora eccomi qua”. “Giustizia fatta in nome di Striscia. Faremo appello, per carit. Ma fosse per me - conclude la Marchi - andrei i galera anche subito”.

(Sil/Gs/Adnkronos)